9, 10, 11 marzo 2017

Piacenza, Auditorium della Fondazione (via Santa Eufemia 12)

 

Marcel Duchamp gioca a scacchi con Eve Babitz 1963

Dal 9 all’11 marzo, a Piacenza presso l’Auditorium della Fondazione, si terrà il quinto convegno nazionale sull’insegnamento della storia nell’era digitale, dal titolo donne@uomini.it. La storia di genere nell’era digitale:fonti, narrazioni, rappresentazioni nei vecchi e nuovi e nuovi media.

Il convegno, organizzato dall’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Piacenza, è rivolto agli insegnanti, ai quali verrà rilasciato attestato valido ai fini della formazione in servizio dei docenti e dell’utilizzo del bonus docenti.

 

Come possiamo in quanto formatori aiutare a superare stereotipi a sfondo sessuale e fenomeni di violenza sulle donne senza diventare pedanti, ripetitivi, infine astratti? Ce lo hanno chiesto molti insegnanti allarmati dai fatti di cronaca nera, da un certo clima sociale e politico e dalla potenza performativa dei nuovi media, oltre che dai cosiddetti “pericoli della rete”. Per cercare risposte a tali domande, che sottendono inoltre un obiettivo educativo di “cittadinanza”, è sorto il progetto Pratiche e pensieri di cittadinanza femminile, ideato dall’Isrec di Piacenza con le associazioni “Arcobaleno” e il Comitato “Femminile plurale”. Le volontarie di “Arcobaleno” si sono assunte il compito di allestire laboratori di empowerment per “donne fragili” nel dormitorio Sant’Anna di Piacenza e di organizzare una formazione sulla “vulnerabilità femminile” per operatori socio-sanitari. “Femminile plurale” ha allestito una mattinata di studi per gli educatori” sugli “sprechi di infanzie”, sulle trame del femminile nel mito e nella fiaba, per nutrire pensieri metaforici, di speranza, dominare conflitti immaginari e reali (convegno Verso il possibile: educazione alla cittadinanza. Costruire futuro con le parole, 25 marzo 2017). Questo quinto appuntamento convegnistico, che dal 2013 incrocia storiografia, digital public history e didattica, costituisce lo sviluppo del Progetto di “pratiche e pensieri” traducendo la questione sopra esposta nei termini della disciplina: come possono la storia e il suo insegnamento contribuire a schiudere alle donne spazi concreti e simbolici di agency, vale a dire di autonomia, capacità di resistere e agire, e favorire relazioni produttive e armoniose tra i sessi? Nasce così il seminario che presentiamo: donne@uomini.it. La storia di genere nell’era digitale: fonti, narrazioni, rappresentazioni nei vecchi e nuovi media. L’ambito di ricerche è quello della “storia delle donne” e/o “storia di genere/dei generi”, denominata in un modo o nell’altro a seconda degli orientamenti, dei tempi e delle appartenenze geografiche delle interpreti. I contributi del convegno riguardano in sintesi tre aspetti termini, la storiografia, le fonti e la produttività epistemologica della categoria di genere per lo studio della storia contemporanea; alcune rilevanze e narrazioni e loro utilizzabilità didattica; la rappresentazione dei due generi nei vecchi e nuovi media (Carla Antonini, direttore Isrec di Piacenza)

info e iscrizioni: Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Piacenza

tel. 0523 330346; isrecpc@tin.it

http://www.istitutostoricopiacenza.it/didattica/2328/